Pubblicato da il 31 Mar, 2016 in Eventi |

IMG_3368

 

Conoscete la storia della paposcia? La Paposcia è una focaccia ripiena preparata cuocendo, nel forno, un impasto simile a quello del pane, ed aggiungendo un ripieno a scelta fatto di salse, verdure, affettati o creme dolci a scelta. Anche detta Pizza Schett o Pizza a Vamp si narra che venisse già preparata nel XV secolo e consumata in attesa che le pagnotte di pane diventassero raffermo. Il principale elemento di sostentamento dei contadini del Gargano è sempre stato il pane: pagnotte di grandi dimensioni e peso fornivano nutrimento ad un’intera famiglia per una settimana o addirittura per 15 giorni. Era in questi periodi che veniva preparata la paposcia. Questa specialità, infatti, nasce dall’esigenza di verificare che la temperatura del forno fosse adatta alla cottura del pane. Tolto l’impasto usato per le pagnotte di pane, la pasta che rimaneva attaccata alla madia (la cosiddetta fazzatura) veniva raccolta, impastata ed allungata fino a circa 30 centimetri, quindi veniva infarinata e posta nel forno per pochi minuti prima delle pagnotte di pane: la tenuta della paposcia alla buona cottura preannunciava la buona riuscita del pane. La forma allungata e schiacciata, somigliante a quella di una pantofola ne fa provenire il nome: babbuccia, babouche (in francese) papóosc’ in dialetto.

 Noi, a La Torretta, ve la proponiamo così:

Speck, Brie e salsa rosa

oppure

Brie, peperoni e melanzane grigliate

Vi aspettiamo per provarla!